La nostra storia

“Ho un sogno, un sogno Europeo!”

-Arnold Smeink, Direttore di EMTG

La storia

La mia esperienza nel collocamento lavorativo comincia nel 1986 e dal 1991 come imprenditore autonomo. Nel 2008 ho deciso di trasferirmi con la mia famiglia in Spagna.
L’azienda è rimasta in Olanda e ho viaggiato avanti e indietro. Nel 2011 le conseguenze della crisi si sentono e ho iniziato a riflettere sulla mia situazione per gli anni successivi come imprenditore. Oltre la sopravvivenza dell’azienda, era anche importante per me elaborare una visione internazionale, sviluppata per il lavoro transfrontaliero.

Dalla primavera del 2012 ho vissuto di nuovo in Olanda e ho cominciato con l’aiuto di un buon amico  a finanziare la realizzazione del mio sogno.

Il sogno.

2011. Vivendo in Spagna, sono entrato in contatto con Monica, un’infermiera olandese che ha vissuto e lavorato con la sua famiglia in Spagna. Mi ha confrontato con l’enorme disoccupazione che esiste in Spagna per quanto riguarda il gruppo di infermieri diplomati. Questo mi ha fatto pensare. Ha messo in moto i miei anni di conoscenza del lavoro d’ agenzia e del mio cuore mediterraneo. Dai Paesi Bassi ho ricevuto notizie che c’era un’enorme carenza di infermieri nell’assistenza sanitaria olandese. Da varie parti ho appreso che anche pochi infermieri sono stati formati in parte a causa del numero fisso sulla formazione HBO-V. C’è stato anche il deflusso dell’infermiere anziano della generazione babyboom e ho capito che c’era una possibilità qui per abbinare gli infermieri spagnoli al sistema sanitario olandese. Da Monica ho imparato tutto sulle condizioni di lavoro degli infermieri spagnoli, sulla minaccia di diventare una generazione dimenticata, il carico di lavoro, la natura dell’istruzione superiore in Spagna, le competenze tecniche, le differenze culturali, l’iscrizione nel registro grande spagnolo, il calore delle persone nell’assistenza sanitaria e la gerarchia, in breve, informazioni molto preziose.
Ho parlato con infermieri spagnoli e sono stato toccato dalla loro motivazione, calore, empatia per il loro prossimo, le loro abilità, le loro conoscenze e la loro modestia. L’idea che ‘ queste persone non dovrebbero diventare una generazione perduta’ mi ha spinto a svegliare la mia rete nei Paesi Bassi per le possibilità che gli infermieri spagnoli possano offrire nell’assistenza sanitaria olandese. Stabilendo una connessione tra due situazioni strazianti, le persone potrebbero essere aiutate vicendevolmente; giovani talenti in Spagna, pazienti bisognosi e istituti d’ assistenza sanitaria che avevano bisogno di personale. Così è nato il mio sogno!!

Europa. Sono stato ricondotto emotivamente agli anni ’80, quando ho dovuto spiegare quali vantaggi può avere l’impiego di un impiegato flessibile per un’azienda. Pensare a livello Europeo non era ancora evidente nel settore sanitario nei Paesi Bassi. Un imprenditore però è convinto di una cosa, ‘chi la dura, la vince’. Nel settore sanitario, la mia idea di usare infermieri di altri paesi, non era nuova. Molte initiative erano già state riviste e poche si sono rivelate efficaci a più lungo termine. In passato, gli infermieri provenivano da paesi come Le Filippine, l’Indonesia, l’India, la Polonia, l’Ungheria, la Repubblica Ceca, l’Irlanda e il Sudafrica. Il fattore più importante nel fallimento di queste iniziative è stato il fatto che questi infermieri fossero stati impiegati nell’assistenza sanitaria senza un’educazione linguistica preliminare e qualificata. Inoltre, non è stata presentata una prima introduzione alla cultura olandese. Senza di essa, la comunicazione si è rivelata difficile e la nostalgia di casa ha avuto la possibilità di colpire e gli infermieri tornarono a casa presto.

La chiave per realizzare il mio sogno è stata scoperta nell’apprendimento della lingua e nella cultura olandese e nel l’insegnamento di essi agli infermieri e capire di cosa loro e i futuri clienti avevano bisogno per scrivere una success story insieme.

 

European Multi Talent Group

Per me adesso il compito bello era quello di trovare un nome per la mia azienda, che potesse esprimere la mia ambizione. Quel nome e’ diventato European Multi Talent Group, perché faccio di tutto per garantire la libera circolazione delle persone in Europa, indipendentemente da dove guadagni il tuo stipendio e dove lo spendi.
Multi, riferendosi alla mia prima azienda Multi Job, talento, perché ogni persona possiede un talento unico e la combinazione Multi Talent, grazie alla buona educazione di cui gliinfermieri del Sud Europa hanno goduto e che consente loro in modo ampio di dimostrare i loro talenti infermieristici.

 

L’inizio

Ora dovevamo viaggiare vecchio stile di città in città in modo pionieristico. Abbiamo iniziato ad organizzare fiere del lavoro in molte città spagnole facendo in modo che i partiti politici locali fossero entusiasti delle miei idee, si avvicinavano alle agenzie governative e purtroppo ricevevano anche molti rifiuti. Eppure sono stato in grado di convincere un certo numero di infermieri, insieme al nostro agente in Spagna di venire nei Paesi Bassi. L’inizio di EMTG era ormai un fatto reale. Abbiamo iniziato con le prime lezioni di olandese e cultura su Skype e nell’ultimo trimestre del 2013 la nostra prima classe scolastica a Javea in Spagna. Inizialmente, la formazione in Spagna era l’opzione preferita per noi prima di far venire gli infermieri direttamente ai Paese Bassi. La mia idea era di portare gli infermieri nei Paesi Bassi in più fasi. L’olandese è una lingua difficile e puoi imparare meglio nel tuo proprio ambiente. In questo modo potrebbero lentamente abituarsi ad essa. Il Multi Talent Group è quindi oramai praticamente partito!

Dall’estate del 2013, i primi infermieri sono venuti in Olanda. Insieme ai miei colleghi abbiamo organizzato l’alloggio, il supporto professionale al lavoro, la registrazione Big e siamo andati all’ospedale anche nel cuore della notte.

 

L’incertezza

All’inizio del 2014 ci siamo trovati di fronte ad un problema considerevole. Il governo olandese decise di ridurre il settore sanitario, mentre riorganizzò il finanziamento del settore sanitario. L’intero settore sanitario ha dovuto affrontare questa incertezza. Anche i nostri infermieri avevano molto meno lavoro. Tuttavia, EMTG doveva comunque pagare gli stipendi. Non era una situazione accettabile e di conseguenza gliinfermieri dovevano tornare in Spagna. Il personale a contratto fisso doveva diminuire e il progetto degli infermieri spagnoli fu costretto a fermarsi.

Sapevo che comunque sia tutto sarebbe andato per il meglio. La richiesta di assistenza sanitaria era ancora forte e  la richiesta di buoni infermieri sarebbe aumentata presto di nuovo. Adesso era molto importante mantenere i contatti all’estero e spiegare loro la situazione olandese. Era difficile da spiegare. Allo stesso tempo sono rimasto in contatto con il settore sanitario e ho collocato i lavoratori freelance in questo settore. In questo modo ho mantenuto il collegamento con il settore sanitario e ho potuto vedere che sarebbe andato tutto per il meglio.

Nella seconda metà del 2016 è sorto il primo nuovo interesse delle istituzioni sanitarie e ho iniziato a costruire la rete di agenti e insegnanti. In un modesto ufficio a Naarden, ho iniziato con un dipendente, per dare appeal all’azienda sui social media. Dal 2017 la domanda ha iniziato a crescere in modo da poter assumere più dipendenti e ci siamo trasferiti in un ufficio più grande, vicino alla stazione di Naarden. Ora siamo nel settembre del 2018 e il nostro team nei Paesi Bassi è composto da 13 colleghi, tutti con esperienza nel settore di cui sono responsabili all’interno di EMTG. Un team internazionale di professionisti provenienti dalla Spagna, dall’Italia, dal Portogallo, dai Paesi Bassi e persino uno dagli Stati Uniti.

Cultura e lingua olandese

Tra il 2017 settembre abbiamo avviato una scuola di formazione per lingua e cultura a Javea, Spagna. Sul territorio della scuola c’è anche un campus – la villa- dove gli studenti vivono e si rilassano. Abbiamo iniziato con 3 insegnanti e dal giugno 2018 abbiamo un team di 7 insegnanti guidato da un manager molto esperto. Qui gli studenti ricevono una formazione linguistica intensiva, divisa in 6 giorni alla settimana per un periodo di 13 settimane. Molto intensivo ma anche molto efficace allo stesso tempo. Ci sono anche 2 coach nella scuola che preparano gli infermieri per le loro vite nei Paesi Bassi. Parliamo di temi come cultura, comportamento, abitare/vivere, stipendio, chi sono io, protocolli di lavoro, il potere dell’empatia e del tempo libero, basato su conversazioni vis à  vis e workshop. EMTG sta crescendo quest’anno da 30 posti di formazione a 100 posti di formazione per 13 settimane di formazione. Adesso i nostri infermieri  talentuosi vengono  dall’Itala, dal Portogallo, dalla Spagna e dall’Inghilterra.

Dopo 13 settimane in Spagna, gli infermieri vengono in Olanda e sono in grado di parlare la lingua olandese al livello B1. Poi continuano a sviluppare la loro lingua, aiutati dai nostri insegnanti di lingua nei Paesi Bassi, con lo scopo di partenza, superare l’esame di B1 al DUO.

Il loro arrivo nei Paesi Bassi è preparato con cura, insieme con l’istituto sanitario nel quale lavoreranno. A loro viene assegnato un coach  che li aiuta nell’intero processo, dall’arrivo all’integrazione. Questo include per esempio; accoglienza all’aeroporto, arredamento dello spazio abitativo, orientamento nel processo amministrativo nei Paesi Bassi, ascoltare quando è necessario , spiegazione dei processi lavorativi e sopratutto, godimento del tempo libero nel nostro bellissimo paese.

 

Obiettivo

Il mio sogno è divebtato realtà e ogni giorno rendiamo felici i nuovi infermieri, i pazienti e le istituzioni sanitarie. Nessuno viene lasciato al suo destino! Presso EMTG il servizio personale e l’attenzione sono molto importanti. Il settore sanitario e gli ospedali sono molto contenti con questi nuovi colleghi motivati. Abbiamo ancora molto lavoro di collegamento da fare. EMTG vuole offrire a molti infermieri un buon futuro e continueremo sicuramente a investire nel miglioramento dei nostri servizi e nel dare supporto agli infermieri con una formazione aggiuntiva. Il motto ‘apprendimento permanente’ non è molto conosciuto nell’Europa meridionale, ecco un’altra sfida per noi, che accogliamo con entusiasmo. Vogliamo anche offrire agli infermieri l’opportunità di svilupparsi ulteriormente in infermieri specializzati, facilitando corsi di formazione specifici e creando nuovi posti di lavoro nell’assistenza sanitaria specializzata. Non c’è più una generazione perduta ora e il sogno Europeo ha dato sostanza nella pratica quotidiana. Ora aiutiamo infermieri, pazienti e il settore sanitario con differenze linguistiche e culturali. Un sogno diventato realtà.

 

* Dal 2018 abbiamo un accordo esclusivo con il centro di insegnamento dell’ Academia Neerlandesa che offre lezioni di lingua e cultura olandese a tutti i nostri candidati.

 

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Con i cookie, il sito web diventa più personale e user-friendly. Lees meer over cookies

De cookie-instellingen op deze website zijn ingesteld op 'toestaan cookies "om u de beste surfervaring mogelijk. Als u doorgaat met deze website te gebruiken zonder het wijzigen van uw cookie-instellingen of u klikt op "Accepteren" hieronder dan bent u akkoord met deze instellingen.

Vicino