Nei Paesi Bassi il fabbisogno di infermieri e in continua crescita.  

Poiché non ci sono abbastanza medici di famiglia, alcuni compiti sono stati trasferiti dai medici agli infermieri. Di conseguenza esistono nuovi ed interessanti sbocchi professionali per infermieri, che possono diventare infermieri specialisti (possono anche prescrivere medicinali). 

Attualmente, nei Paesi Bassi, gli infermieri possono scegliere tra oltre 50 specializzazioni.  

Lo sviluppo della carriera infermieristica tramite una specialità, offre molti vantaggi come salari elevati, numerose opportunità di lavoro in ambienti stimolanti e un altissimo senso di soddisfazione. In un blog precedente, abbiamo delineato diversi motivi per cui i Paesi Bassi sono un’ottima scelta per migliorare la tua vita professionale. In questo articolo troverai una panoramica di alcune delle specializzazioni infermieristiche più popolari nei Paesi Bassi. 

In generale, il modo in cui è stato istituito il sistema sanitario nei Paesi Bassi insieme alle riforme del governo potrebbe essere diverso da quello a cui sei abituato nel tuo paese di provenienza. Se seguirai uno dei corsi di specializzazione nei Paesi Bassi, acquisirai più conoscenze tecniche specifiche e abilita. Tutto ciò ti aiuterà a crescere e ad avanzare nella tua carriera.  

Per qualificarsi per qualsiasi programma di specializzazione infermieristica e successivo impiego nei Paesi Bassi, tutti gli infermieri devono soddisfare i seguenti criteri secondo il governo olandese: 

  • avere un permesso di soggiorno valido per i Paesi Bassi o la nazionalità di un paese dell’UE
  • possedere una laurea in infermieristica europea (es. Laurea in Scienze Infermieristiche EQF 6);
  • avere una buona padronanza delle lingue inglese (A2) e olandese (B2)
  • aver ottenuto la registrazione nel BIG register olandese, simil OPI
  • avere unesperienza lavorativa come infermiere di almeno un anno

Di seguito sono riportate alcune delle specializzazioni infermieristiche più ricercate per darti un’idea di cosa serve per specializzarti nei Paesi Bassi. 

Tra gli infermieri olandesi intervistati da un conosciuto giornale infermieristico, 1  su 5 vuole specializzarsi in area critica. 

Altre specializzazioni popolari includono infermiere di pronto soccorso, ambulanza e infermiere specialista nelle le ferite, ha detto lo stesso studio. 

Infermiere di specialista in area critica 

Questa specializzazione può essere piuttosto complessa e impegnativa. Gli infermieri di terapia intensiva (IC) o di terapia intensiva pediatrica richiedono un set di conoscenze e capacita tecniche avanzate e devono poter operare mantenendo il sangue freddo in situazioni di altissimo stress  

Per poter lavorare come infermiere di area critica nei Paesi Bassi è importante notare che devi essere un infermiere con formazione di base universitaria (la laurea infermieristica italiana e riconosciuta nei Paesi Bassi come livello EQF 6) e avere una registrazione BIG con almeno un anno di esperienza di lavoro in un ospedale.  

Gli infermieri devono prima completare una formazione infermieristica su livello MBO o HBO (la laurea infermieristica italiana e livello HBO). Nei Paesi Bassi, il corso di specializzazione in area critica e una combinazione di lavoro e studio. Sarai quindi assunto in ospedale per poter iniziare questa tipologia di percorso formativo. La durata del corso e di  diciotto mesi, durante i quali lavorerai per circa 80% nel ospedale e studierai per 20% del tempo 

In pratica, sarai assunto con un contratto full time di 36 ore settimanali in un reparto di area critica, come infermiere specializzando. Per circa 20% del tempo lavorativo andrai a scuola per seguire le lezioni teoriche e percepirai anche una somma di denaro per comprarti i libri di studio. Il resto di 80% del tempo farai esperienza sul campo affiancando infermieri e medici che lavorano nell’area critica. 

A seconda della tua esperienza lavorativa, lo stipendio degli infermieri specialisti in area critica varierà tra € 2.798 e € 4.111 al mese, per un contratto a tempo pieno. Ovviamente, questo sarà il tuo stipendio di base, al quale si aggiungeranno diverse identità specifiche e quella per turni, insieme ai soldi per vacanza (8,3% dello stipendio brutto annuale, che si percepiscono a maggio /giugno) e la tredicesima.  

Infermiere di pronto soccorso 

Per accedere al corso e specializzarti  in medicina di urgenza pronto soccorso, nei Paesi Bassi devi avere almeno due anni di esperienza lavorativa infermieristica pregressa 

L’infermiere specialista in medicina di urgenza /  pronto soccorso deve essere in grado di: 

Utilizzare varie abilità, come il ragionamento clinico, per il riconoscimento e la partecipazione al 

trattamento di un’ampia gamma di malattie acute e lesioni, in pazienti di tutte le età. 

Condurre il triage al fine di determinare l’urgenza del bisogno di assistenza e riferendo il paziente con efficienza, in tempi brevissimi al giusto professionista che l’ho prenderà in carico in base alla patologia in corso. La norma olandese e avere un paziente diagnosticato e presso in cura nel giusto reparto in massimo un ora dal suo arrivo nel pronto soccorso. 

Per acquisire questa specialità bisogna seguire almeno 200 ore di teoria e 1500 di tirocinio. 

Detto questo, e importante sapere che nei Paesi Bassi, a seconda della tua formazione e della tua esperienza come infermiera d’urgenza, potrai guadagnare fino a 3,808 € al mese con un bonus aggiuntivo di fine anno dell’8,3%, tredicesima e altri vantaggi (in base all’ospedale). 

Infermiere specialista nella cura delle ferite 

Oltre alle conoscenze di base, avrai bisogno di saperne di più sui problemi funzionali, sui traumi e su altri fattori causali in relazione alle ferite. Inoltre, è importante conoscere le diagnosi infermieristiche e mediche relative alla cura delle ferite. Ciò include problemi della pelle, dolore, nutrizione, disturbi dell’equilibrio dell’umidità, problemi di cura delle ferite, limitazioni nella mobilità e carenza di conoscenze da parte dell’assistito. 

Una formazione aggiuntiva ti garantirà l’acquisizione di conoscenze, approfondimenti e abilità nel campo dell’osservazione e della diagnostica. La piattaforma Wound care e WCS-Nederland riconoscerà il tuo diploma e sarai accreditato dal V&VN. Il prezzo per partecipare a un programma di educazione alla cura delle ferite non è economico.  

Il costo medio del corso è di circa € 4.900, ma ricorda, un’infermiera ben addestrata è cruciale nei trattamenti sostanziali di pazienti che richiedono una cura delle ferite complesse e saranno molto ricercati. Molto spesso sono i datori di lavoro che finanzino programmi di formazione e istruzione per gli infermieri assunti. Lo stipendio degli infermieri specialisti nelle ferite è sulla base di FWG 60 e varia da € 3.225 – € 4.682 sulla base di una settimana lavorativa di 36 ore. 

Infermiere di sala operatoria 

Deve organizzare e preparare il paziente per l’intervento chirurgico e le possibili complicazioni post – intervento. Essere attenti ai dettagli garantisce la sicurezza del paziente perché piccoli errori possono fare la differenza tra la vita e la morte. Deve avere ottime capacità di comunicazione per essere consapevole delle esigenze del chirurgo e trasmetterle all’équipe chirurgica.  

Dovresti avere eccellenti capacità di problem solving e di pensiero critico. Dovrebbe essere in grado di anticipare le complicazioni e pianificare i passaggi successivi. Il tuo stipendio varierà tra € 2.600 e € 3.900 al mese a tempo pieno. 

Infermiera di circolazione 

Per potersi qualificare per una tale specialità devi prima esperienza di lavoro come infermiere di pronto soccorso o di terapia intensiva.  

I Paesi Bassi hanno da offrirti un ambiente in cui puoi crescere a livello professionale e personale. Avrai un collega già specializzato che ti seguirà durante il tuo percorso di specializzazione. Sarai parte integrante di una squadra di lavoro con un’ottima cultura di collaborazione, ove tua opinione conta. Ti verrà offerta un ottimo stipendio (all’incirca tra € 3000 – € 5000). 

Conclusione 

Esiste un’ampia varietà di specializzazioni infermieristiche disponibile nel settore sanitario dei Paesi Bassi. Quelli sopra menzionati sono tra i più ambiti 

Se sei interessato a una specializzazione non menzionata nella pagina, puoi sempre contattarci per vedere se possiamo aiutarti a trovare un inserimento lavorativo presso un’istituzione sanitaria adatta alle tue competenze. 

C’è da dire però che mentre un livello di lingua olandese B1, certificato NT2, basta per iscriversi nel BIG register e lavorare come infermiere, se un infermiere straniero intende diventare infermiere specialista, dovrebbe avere almeno un livello B2 di lingua olandese. Questo per poter fronteggiare con serenità un percorso formativo piuttosto impegnativo.  

Bibliografia 

https://www.venvn.nl/media/tr5imnlj/expertisegebied-wondzorg-versie-11-1-18.pdf 

https://www.erasmusmc.nl/en/education/erasmus-mc-academy 

https://www.czo.nl/opleidingen  

 

Translate »

Our site uses cookies. Cookies make the website more personal and user-friendly. Read more about cookies.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close